home englishitaliano
FABRICA

PROFILO DEL CENTRO DI RICERCA

Fabrica
Immagini
Fabrica è il centro di ricerca sulla comunicazione della Benetton, nato nel 1994 dal patrimonio culturale del Gruppo. Ha sede a Treviso, nel complesso restaurato ed ampliato da Tadao Ando.

La sfida di Fabrica è quella dell’innovazione e dell’internazionalità: un modo per coniugare cultura e industria, attraverso la comunicazione che si affida non più solo alle forme pubblicitarie consuete, ma veicola la ”cultura industriale”, “l’intelligenza” dell’impresa attraverso altri mezzi: il design, la musica, il cinema, la fotografia, i prodotti editoriali, internet. Fabrica ha scelto di scommettere sulla creatività sommersa portata da giovani artisti-sperimentatori di tutto il mondo, invitati dopo un'impegnativa selezione a sviluppare progetti concreti di comunicazione sotto la direzione artistica di esperti nei diversi settori.

Con la mostra “Fabrica: les yeux ouverts”, ospitata dal Centre Pompidou dal 6 ottobre al 13 novembre 2006, Fabrica ha ricevuto un attestato di stima e qualità da una delle più alte istituzioni culturali al mondo. Un riconoscimento che ha trovato ulteriore riscontro nell’attenzione dei media internazionali e nel cospicuo afflusso di pubblico, oltre 100.000 persone in cinque settimane. La mostra, articolata in aree tematiche e accompagnata da un programma di proiezioni, concerti e conferenze, ha permesso di dare spazio espressivo alle diverse anime di Fabrica, da quella documentaristica, con COLORS e i reportage fotografici, a quella più artistica, visionaria econcettuale, con film e installazioni.

COMUNICAZIONE VISIVA
In questo ambito Fabrica ha all’attivo numerose campagne realizzate per conto di istituzioni culturali ed organizzazioni no profit come ONU, FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per il Cibo e l’Agricoltura), UNHCR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati), OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), Amnesty International, Reporters Sans Frontières, SOS Racisme, Lawyers Committee for Human Rights e Witness. Per Benetton Group Fabrica firma dal 2000 vari progetti di comunicazione, spesso in partnership con organizzazioni umanitarie, come James ed Altri Simili (2004), patrocinato dalla primatologa Jane Goodall, e Food for Life (2003), in collaborazione con il World Food Programme, l’agenzia ONU in prima linea nella lotta contro la fame nel mondo.

FOTOGRAFIA
Un ulteriore ambito in cui si svolge la ricerca di Fabrica è la fotografia, che è alla base di mostre, come Visions of Hope (realizzata in occasione del primo anniversario dell'11 settembre in collaborazione con il settimanale The New Yorker), progetti editoriali, ad esempio Kosovars (edito da Leonardo Arte e realizzato nei campi profughi in Kosovo) e Lavoratori (edito da Feltrinelli, sui lavoratori extraxomunitari nel Nord-Est italiano) e le sopra citate campagne di comunicazione. Tra gli ultimi lavori di documentazione merita di essere ricordato I SEE (2006) un viaggio alla ricerca delle direttrici dello sviluppo storico, culturale, artistico e socio-economico realizzato da sei giovani fotografi nelle sei grandi aree geografiche della Terra (Nord America, Sud America, Est, Estremo Oriente, Africa, Europa). Due giovani fotografi cinesi cresciuti dell'area Fotografia hanno inoltre realizzato un intero numero di COLORS, pubblicato nel marzo 2007 e dedicato alla città di Pechino.

CINEMA
Con l’obbiettivo di sostenere e favorire le voci indipendenti del “resto del mondo” (soprattutto in Africa e Mondo Arabo, Asia, America Latina), Fabrica ha avviato la coproduzione di una serie di film presentati in concorso ai maggiori festival europei. Da ricordare in particolare No Man’s Land del regista bosniaco Danis Tanovic (Premio per la Miglior Sceneggiatura a Cannes 2001, Golden Globe come Miglior Film Straniero e Oscar come Miglior Film Straniero nel 2002), Il Voto è segreto (Secret Ballot) del regista iraniano Babak Payami (Premio per la Migliore Regia a Venezia 2001) e Diciassette Anni (Seventeen Years) dell’autore cinese Zhang Yuan (Leone d'Argento per la migliore regia al Festival di Venezia 1999). L’ultimo progetto cinematografico è il film Tropical Malady, del regista thailandese Apichatpong Weerasethakul, presentato in concorso al Festival di Cannes 2004, che ha ottenuto il Premio della Giuria.

MUSICA
Anche nella musica Fabrica vuole sperimentare nuove forme di comunicazione grazie alla creatività portata da artisti-sperimentatori provenienti da tutto il mondo. Nel 2006 ha avuto la sua prima mondiale Winners, un’azione musicale multimediale in collaborazione con il Brisbane Festival sul tema del dialogo tra vincitori e vinti, in cui alla musica si affiancano performance, interattività e collegamenti audio e video. Nel 2005 Fabrica ha inaugurato la Biennale Musica al Teatro La Fenice collaborando al progetto Surrogate Cities - Venezia del compositore tedesco Heiner Goebbels, di cui ha curato la nuova messa in scena multimediale. Del 2004 è CREDO, un’opera multimediale sui conflitti religiosi ed etnici che, dopo la première allo Staatstheater di Karlsruhe, è stata presentata a Roma in occasione del V Summit dei Nobel per la Pace.

DESIGN
I giovani designer di Fabrica sono impegnati in innovativi progetti di design di prodotto, interni e industrial design. Dal settembre 2001 Fabrica ha avviato, con l’apertura del primo spazio a Bologna, il progetto Fabrica Features, da intendersi come luogo commerciale destinato alla vendita degli omonimi oggetti di design e al contempo spazio multietnico e multimediale, dove concerti, proiezioni video, performance di artisti, workshop diventano momenti centrali di aggregazione. Gli spazi Fabrica Features sono presenti oggi anche a Lisbona, Hong Kong, Rotterdam e Londra. Numerose sono le collezioni di oggetti di design disegnate da Fabrica per importanti marchi internazionali, come Paola C. (due collezioni di tableware nel 2002 e 2005), Metalarte (una serie di lampade in pirex nel 2005) e Casamania by Frezza (una collezione di complementi d’arredo per il giardino presentati al Salone del Mobile di Milano nel 2005).

NUOVI MEDIA
I progetti relativi ai new media riguardano, oltre la realizzazione di siti internet che hanno ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali, il web design, la video-art, i giochi interattivi e gli eventi multimediali. Tra i progetti attuali spicca UCB TV, il canale TV della rete commerciale Benetton, pensato per promuovere la filosofia globale del marchio, appoggiare iniziative commerciali e diffondere contenuti di entertainment e videoarte creati da Fabrica.
Vincitore del Grand Prize Award del prestigioso Japan Media Arts Festival, FLIPBOOK! (http://www.fabrica.it/flipbook/) è un progetto di animazione interattivo che consente a ciascuno, disegnando, di creare la propria storia animata da inviare e condividere online, ed ha registrato in pochi mesi oltre 200.000 animazioni e 15 milioni di visitatori.
Dal 3 marzo al 20 aprile 2007 Fabrica è stata invitata dal Museo di Arte Contemporanea di Shanghai (MoCA) a partecipare con l’installazione Piacere, Fabricaalla mostra di interactive e multimedia art REMOTE/CONTROL.
Fabrica si occupa inoltre dell’aggiornamento di www.benettontalk.com, un blog aperto alle idee di tutti, dove riflettere, inviare commenti e postare i propri interventi su temi globali: ambiente, diritti, diversità, comunità locali, sviluppo.

EDITORIA
L'attività nei media tradizionali come l'editoria ha prodotto una serie di pubblicazioni, per le quali Fabrica ha spesso realizzato anche le immagini fotografiche, come COLORS 1000 Extra-Ordinary Objects (2000) e COLORS 1000 Signs (2004), entrambi pubblicati da Taschen. Fabrica 10 - From chaos to order and back (Electa, 2004) è il sunto delle attività di Fabrica nei suoi primi 10 anni di vita.

COLORS
Nel quadro delle attività di Fabrica rientra anche la pubblicazione di COLORS, il magazine finanziato dal Gruppo Benetton, arrivato al numero 71, che è dedicato all’ambiente e sarà in edicola da giugno.
La serie completa di COLORS è stata inserita nella mostra 25/25 del Design Museum di Londra (29 marzo-22 giugno 2007), che riunisce i 25 oggetti di design che hanno maggiormente influenzato gli ultimi 25 anni.
I primi tredici numeri di COLORS, diretti di Tibor Kalman, sono inoltre stati inseriti nella classifica delle 51 migliori riviste di tutti i tempi stilata da Good Magazine, bimestrale statunitense di cultura e società.COLORS è venduto in oltre quaranta Paesi, pubblicato in tre edizioni e quattro lingue e presente su internet.

www.fabrica.it


press information
image gallery
press kit
press contacts
related links
SCARICA INFO STAMPA
Italiano Pdf
English Pdf
Français Pdf
Deutsch Pdf
Español Pdf