home englishitaliano
PROGETTI IN ESPOSIZIONE

TERZA SEZIONE - L'ESPERIENZA INTERATTIVA

La terza sezione presenta i progetti video e le sperimentazioni interattive, sia sensoriali che cognitive, sviluppate dai team di Fabrica.

- GET IN TOUCH
- FLIPBOOK!
- EVIDENCE
- WE ARE THE TIME. WE ARE THE FAMOUS
- STOCK EXCHANGE OF VISIONS
- FORWARD
- SIENA (ITALY), GRANADA
E SOLENTINAME (NICARAGUA)



GET IN TOUCH (2007)
Stefano Bergonzini (Italia), in collaborazione con Luca Bilotta(Italia)
Una parete sensoriale, che mette in connessione con un segno grafico le mani che la toccano e riproduce così visivamente l’idea della rete che è alla base della visione del mondo di Fabrica, intesa come interattività tecnologica e come confronto ideologico tra culture diverse.

FLIPBOOK! (2005-2007)
Juan Ospina (Colombia), con il contributo di Enrique R. Grullon (Santo Domingo), Maik Bluhm (Germania), Hans Raber (Austria).
Vincitore del Grand Prize al prestigioso Japan Media Arts Festival, FLIPBOOK! (http://www.fabrica.it/flipbook/) è un progetto di animazione interattivo che consente a ciascuno, disegnando, di creare la propria storia animata, da inviare e condividere online. Il risultato è una comunità di migliaia di brevi storie, alcune semplici e divertenti, altre violente, dolorose o erotiche. FLIPBOOK! è diventato rapidamente un fenomeno web, con oltre 200.000 animazioni e 15 milioni di visitatori.

EVIDENCE (1995)
Godfrey Reggio (Usa)
In questo cortometraggio con la colonna sonora di Philip Glass, l’americano Godfrey Reggio, regista visionario e autore di Anima Mundi, osserva il rapporto dei bambini con la televisione. Realizzato quando Reggio era direttore di Fabrica, Evidence ha partecipato a numerosi festival cinematografici, tra cui Locarno nel 1997.

WE ARE THE TIME. WE ARE THE FAMOUS (2005)
Andy Cameron (Regno Unito), Hans Raber (Austria), David McDougall (Regno Unito), Oriol Ferrer Mesía (Spagna)
Un’installazione in cui il pubblico è protagonista, che esplora due modi di essere rappresentati nel tempo: l’immagine fotografica fissa e la sequenza filmica. Il visitatore entra in contatto e interagisce con due immagini di sé in tempo reale: una al rallentatore confonde la percezione del tempo, l’altra frammenta il tempo in una serie di fotogrammi. Su una parete il visitatore deve restare fermo per poter vedere la sua immagine riflessa, nell’altra solo muovendosi può animare le sequenze. Il titolo è tratto dalla poesia di J.L. Borges: “We are the time. We are the famous”.

STOCK EXCHANGE OF VISIONS (2006-2007)
Da un’idea di Gregor Kuschmirz (Germania), con il contributo di Alfio Pozzoni (Italia), Paolo Jannuzzi (Svizzera), Stefano Bergonzini (Italia), Giorgio Collodet (Italia)
Ispirandosi agli schermi che riportano in tempo reale le contrattazioni in Borsa, Stock Exchange of Visions consente di ricevere la visione del futuro di scienziati, sociologi e futurologi su cultura, ambiente, risorse, economia e società. Tramite una pedana il visitatore può scegliere gli argomenti che più lo interessano, alimentando un diagramma che presenta le tematiche che maggiormente colpiscono il pubblico. Stock Exchange of Visions è anche un sito web, www.stockexchangeofvisions.org, per creare una rete globale di “visioni” essenziali per il futuro dell’umanità.

FORWARD (2007)
Autori della sfera: Erik Ravelo (Cuba), Giorgio Collodet (Italia)
Autori dei video: Fernando Acquarone (Brasile), Valeria Giulianelli (Italia), Brad Hasse (Stati Uniti), Alex Healey (Regno Unito), Diego Hurtado de Mendoza (Spagna), Erik Ravelo (Cuba)
Grandi sfere trasparenti, attraverso cui si può gettare uno sguardo al futuro: grazie ad uno speciale schermo interattivo, si ha la possibilità di selezionare immagini, video e documentari, tutti sul tema dei cambiamenti climatici e dell’eco-sostenibilità ed al tempo stesso, sovrapponendo due diverse immagini della natura che si muovono in trasparenza, creare possibili scenari futuri.

SIENA (ITALY), GRANADA
E SOLENTINAME (NICARAGUA)
(2007)
Cosimo Bizzarri (Italia), Giorgio Collodet (Italia), Valeria Giulianelli (Italia), Paolo Jannuzzi (Svizzera), Matthew Prins (Regno Unito), Erik Ravelo (Cuba), Andres Reymondes (Argentina), Guillermo Rivero (Messico), Ciro Zecca (Italia).
I borsisti dell’area video di Fabrica hanno approfondito con un gruppo di scienziati, scrittori ed architetti il concetto di sostenibilità e "sviluppo autosostenibile", realizzando due progetti video che offrono uno sguardo su uno dei temi attualmente più dibattuti. Da questa riflessione è nato anche un numero speciale di COLORS dedicato all’ambiente.


press information
image gallery
press kit
press contacts
related links
SCARICA INFO STAMPA
Italiano Pdf
English Pdf
Français Pdf
Deutsch Pdf
Español Pdf